22 settembre 2016

SARBJIT - RECENSIONE

Dimentichiamo per un attimo la vicenda di cronaca. Lasciamo in sospeso la difficile convivenza di due nazioni vicine divise da una palese inimicizia. Sarbjit è un titolo, ma soprattutto un nome che riporta alla memoria una storia drammatica e ancora non del tutto chiara. Un film che racconta di un uomo e di una condanna, del dolore dei suoi familiari, delle lacrime che non conoscono né lingue né frontiere, della disperata ricerca di risposte. Un film che potrebbe anche parlare della vita di qualcun altro, del tormento di chi resta a casa ad aspettare un ritorno che non avverrà mai, del silenzio di chi, in altri momenti storici e in altri angoli del pianeta, è stato abbandonato in situazioni disumane. La sofferenza è una maledizione che si ripete ogni giorno.
Testo integrale - Caterina, 22.09.16