06 dicembre 2019

WAR - RECENSIONE

Ragazze: Hrithik Roshan in War è fighissimo, con il giusto rughino che ricorda Clint Eastwood - peccato per i bicipiti pompati. Perchè la produzione non ci ha permesso di ammirarlo dall'inizio alla fine del film? Ci sorbiamo un torrente di pellicole pesantemente eroe-centriche e - acciderboli - proprio questa no? Qualcuno mi spieghi la necessità di affiancare a Roshan un co-protagonista. Tiger Shroff è un ballerino eccezionale e un bel ragazzo, e dovrebbe ringraziare il suo DNA ogni mattina appena sveglio. Ma quanto a recitazione ancora non ci siamo. Nelle sequenze in coppia, la superiorità di Hrithik è schiacciante da ogni punto di vista.
Testo integrale - Cinema Hindi, 06.12.19

02 dicembre 2019

PRASSTHANAM - RECENSIONE

Alla prima visione ci si perde un po' negli intrighi. I personaggi sono numerosi e la confusione è dietro l'angolo. Alla seconda visione va meglio. Prassthanam non racconta nulla di nuovo, la formula e gli stereotipi del melodrammone politico-familiare sono diligentemente rispettati. A stupire è solo la paradossale catena di delitti di cui si macchia (o tenta di) il povero Vivaan - lo sceneggiatore deve odiarlo parecchio, e mi sfugge il motivo, dal momento che non è poi così diverso dal padre. Cosa posso aggiungere? Sanjay Dutt è molto credibile, Ali Fazal si fa notare (ma ha dalla sua il personaggio meno negativo), Satyajeet Dubey è a tratti convincente.
Testo integrale - Cinema Hindi, 02.12.19

29 novembre 2019

SECTION 375 - RECENSIONE

Section 375 è un prodotto nel complesso ben fatto, malgrado alcuni errori nella sceneggiatura. I personaggi sono piuttosto statici ed è un peccato, perchè nella storia c'era spazio per approfondire la loro evoluzione. Le interpretazioni sono buone. Kishore Kadam irresistibile. Ho un debole per Akshaye Khanna, me lo sono goduto dal primo fotogramma all'ultimo, ma devo ammettere di averlo trovato un po' imbalsamato. I dialoghi, in larga parte ottimi, costituiscono l'ossatura della trama; trama ricca di sfumature - posto d'onore accordato al grigio -, ambigua, per certi versi scomoda. 
Testo integrale - Cinema Hindi, 29.11.19

28 novembre 2019

GONE KESH - RECENSIONE

Negli ultimi mesi la calvizie sembra essere uno dei temi preferiti dai registi indiani. Il primo titolo della serie è stato Gone Kesh, distribuito in marzo, con una protagonista di sesso femminile. GK è un film molto tenero, non è una commedia, non scade nel melodramma. Una storia lodevole narrata con sensibilità grazie ad una sceneggiatura attenta e ad una regia partecipe. I quattro personaggi principali sono davvero amabili, ottime le interpretazioni del cast. Vipin Sharma è eccezionale.
Testo integrale - Cinema Hindi, 28.11.19

25 novembre 2019

JALLIKATTU - RECENSIONE

Non è un film per vegetariani. Mi chiedo come abbia fatto il regista Lijo Jose Pellissery a gestire quelle orde scalpitanti di comparse, armate di torce, durante le riprese notturne. Mi stupisco che il Kerala ne sia uscito indenne, senza vaste porzioni di territorio carbonizzato e fumante. Immagino il corpo forestale ad un pelo dall'irrompere sul set e arrestare tutti quanti. Jallikattu dura un'ora e mezza, per gli standard indiani quasi un cortometraggio. Io però lo avrei sfrondato ancora un po': dialoghi ridotti all'osso, nessuna presentazione, e subito risucchiati dal vortice. Perchè il soggetto coincide con la sceneggiatura, e perchè è il ritmo tumultuoso a contraddistinguere la pellicola. La narrazione è in crescendo frenetico sino al grottesco finale.
Testo integrale - Cinema Hindi, 25.11.19

22 novembre 2019

RIVER TO RIVER FLORENCE INDIAN FILM FESTIVAL 2019

E' on line il programma del River to River Florence Indian Film Festival, che si svolgerà dal 5 al 10 dicembre 2019 presso il cinema La Compagnia di Firenze. Vi segnalo alcuni titoli: il film d'apertura è The Sky is Pink, con Priyanka Chopra e Farhan Akhtar, la regista Shonali Bose sarà presente in sala; Badhaai Ho di Amit Sharma con Ayushmann Khurrana; Badla, con Amitabh Bachchan e Taapsee Pannu, il regista Sujoy Ghosh sarà presente in sala.

19 novembre 2019

ALLU RAMENDRAN - RECENSIONE

Allu Ramendran ha molto da insegnare ai professionisti del settore. Un soggetto esile e un argomento non proprio accattivante (forature di pneumatici) (avete letto bene) vengono sviluppati in un film dignitoso che non occuperà un posto d'onore nella storia del cinema indiano, ma che, considerate le premesse, risulta strabiliante. La sceneggiatura è per forza di cose scarna, talvolta ripetitiva, costruita con intelligenza. La regia si adopera nel rendere la storia godibile, senza mai farsi prendere la mano. La singolare trama si snoda nel modo più articolato possibile, malgrado l'esiguo materiale a disposizione, senza annoiare e senza scivolare in troppi eccessi. La confezione è realistica. I dialoghi sono abbastanza curati, numerose le battute brillanti. La narrazione è fluida. Il ritmo tiene.
Testo integrale - Cinema Hindi, 19.11.19

14 novembre 2019

AMITAV GHOSH IN ITALIA

Amitav Ghosh è in questi giorni in Italia per presentare il suo nuovo romanzo, L'Isola dei fucili, ambientato in parte a Venezia, pubblicato da Neri Pozza Editore; e per partecipare ad alcuni eventi dedicati al tema del cambiamento climatico. Stamattina Ghosh era a Lecce, domani 15 novembre sarà a Napoli, sabato a Verona, domenica a Milano, lunedì a Torino. Programma completo qui. Intervista concessa da Ghosh al Corriere della Sera e pubblicata ieri. Aggiornamento del 18 novembre 2019: clicca qui per interviste e fotografie.

09 novembre 2019

ISHQ - RECENSIONE

Impossibile recensire Ishq senza svelarne la trama. Se non lo avete ancora visto, vi anticipo soltanto che è scritto, diretto e interpretato con cura, e che è un prodotto piuttosto singolare nel panorama del cinema indiano. Ve lo consiglio. 
Testo integrale - Cinema Hindi, 09.11.19

08 novembre 2019

GIORGIA ANDRIANI DEBUTTA A BOLLYWOOD

La modella italiana Giorgia Andriani, compagna di Arbaaz Khan, debutta a Bollywood nel film Welcome to Bajrangpur, interpretato da Shreyas Talpade e Sanjay Mishra. Inoltre sembra che a Giorgia sia stata affidata una item song nientemeno che in Dabangg 3!