24 settembre 2021

SANDEEP AUR PINKY FARAAR - RECENSIONE

I thriller realizzati con cura e attenzione ai dettagli sono rari. Sandeep Aur Pinky Faraar rientra in questa categoria: è ben scritto, ben interpretato, superbamente diretto. La sceneggiatura è compatta e intriga, la tensione è costruita con mestiere. Non mancano passi falsi - o sul ciglio di esserlo -, corretti da una regia di altissimo livello. Il ritmo non è sempre rapido, ma la trama imprevedibile e la narrazione sostenuta compensano. I personaggi sono interessanti, e non solo i principali: non vi è il tempo per approfondirne le psicologie - il genere non lo richiede -, eppure funzionano, sono credibili, e, malgrado l'etica e i comportamenti discutibili, ti appassioni alle loro vicende. 
Testo integrale - Cinema Hindi, 24.09.21

22 settembre 2021

ONCE UPON A TIME IN CALCUTTA A MILANO

Vi segnalo le proiezioni a Milano di Once Upon a Time in Calcutta, proiezioni inserite nell'ambito dell'evento Le vie del cinema 2021:

- 24 settembre 2021 ore 17.10 al Colosseo;
- 26 settembre 2021 ore 17.20 al Centrale (biglietti esauriti);
- 27 settembre 2021 ore 15.00 all'Anteo.

12 settembre 2021

HALAL LOVE STORY - RECENSIONE

La sceneggiatura di Halal Love Story è frammentata, e non intenzionalmente, malgrado la narrazione sia lineare. Non mi è chiaro lo scopo del regista e sceneggiatore Zakariya Mohammed. HLS, almeno in parte, è un prodotto più sottile e stratificato di quanto non sembri. Ma è anche, almeno in parte, ambiguo. HLS prova a rispondere, a modo suo, alla domanda: com'è essere musulmani nel quotidiano? Come conciliare le normali attività con i precetti? È un film religioso - apprezzabile che si sia scelto il tono da commedia - ma non nel senso mitologico che da sempre, persino nell'animazione, caratterizza una certa produzione cinematografica indiana (credo principalmente di estrazione hindu). È più catechistico, più ecumenico, meno epico. Talvolta sembra sfiorare la propaganda. Si muove sul filo del rasoio, e - forse - porta a casa il punto.
Testo integrale - Cinema Hindi, 12.09.21

08 settembre 2021

IL CAST DI ONCE UPON A TIME IN CALCUTTA È A VENEZIA

Gli attori Sreelekha Mitra e Arindam Ghosh sono a Venezia per la prima mondiale di Once upon a time in Calcutta. Vi propongo alcune fotografie e recensioni, e il trailer del film.

Testo integrale - Cinema Hindi, aggiornamento del 08.09.21

07 settembre 2021

ONCE UPON A TIME IN CALCUTTA ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2021

Oggi pomeriggio Once upon a time in Calcutta è stato presentato in prima mondiale a Venezia. Altre quattro proiezioni sono in programma nella giornata di domani 8 settembre. Il film è in cartellone anche a Milano, nell'ambito dell'evento Le vie del cinema 2021, dal 22 al 30 settembre.
Testo integrale - Cinema Hindi, aggiornamento del 07.09.21

06 settembre 2021

LOVE - RECENSIONE

A dispetto del titolo, Love non è una storia d'amore. L'amore c'è stato - le numerose fotografie sulle pareti lo testimoniano -, ma è finito. Rimangono solo rancori, recriminazioni, e una rabbia incontrollata. Love è un thriller psicologico ambientato in un appartamento - e in uno stato mentale. È una storia di interiorità e di violenza domestica portata alle estreme conseguenze. 
Testo integrale - Cinema Hindi, 06.09.21

30 agosto 2021

BULBBUL - RECENSIONE

Bulbbul incanta con la sua atmosfera seduttivamente gotica. Non è un horror vero e proprio, piuttosto una favola oscura. Il set è uno splendido maniero, immerso nel verde, nel quale la vita scorre languida, anche se con un sentore nefasto. Gli interni sono sfarzosi ma cupi, gli esterni plumbei. La paletta cromatica si piega alla narrazione, alternando blu a improvvisi squarci oro e rosso sangue. Il colore del fuoco connota e circoscrive il fumoso reame del demone. 
Testo integrale - Cinema Hindi, 30.08.21

27 agosto 2021

SIR - RECENSIONE

Adoro le pellicole che si rivelano differenti da ciò che sembrano. Sir è una di queste. Racconta una calda, complessa relazione senza nome, nella quale l'amore - sospeso, non risolto - è solo uno degli aspetti e nemmeno il più importante. Lo skyline mozzafiato di Mumbai fa da scenario ad un incontro non conflittuale fra classi sociali (e caste) diverse. Sir è soprattutto una splendida storia di solidarietà uomo-donna, una storia di rispetto e mutua comprensione, una storia di formazione parallela intrapresa individualmente dai personaggi ma resa possibile grazie al sostegno reciproco: ciascuno dà all'altro ciò che può.
Testo integrale - Cinema Hindi, 27.08.21

POST PIÙ VECCHI

La Homepage offre il sommario solo dei testi più recenti. Per tutti gli altri testi, naviga direttamente nelle varie sezioni del blog.

23 agosto 2021

AK VS AK - RECENSIONE

La prima carta vincente del film è la massiccia dose di autoironia. Gli attori, che interpretano se stessi, non risparmiano scambi di battute al vetriolo e riferimenti mordaci alle proprie vite (reali) e all'ambiente (reale) dell'industria cinematografica hindi. La seconda carta vincente della pellicola è la novità di genere. AK vs AK è un originale masala di nuova generazione ottenuto con spezie mai (sino ad ora) mescolate fra loro nello stesso film. È una black comedy, ed è anche un thriller, ma è soprattutto un reality, un irriverente mockumentary e un brillante esempio di metacinema. È intrigante, insolito, più unico che raro. L'intreccio di realtà e finzione conquista senza scampo. 
Testo integrale - Cinema Hindi, 23.08.21